Bebè in arrivo: la mia lista delle cose utili (e sono molte meno di quelle che i negozi vogliono farci credere!)

Per la mamma – prima

 Crema/olio anti smagliature 

Io ho usato Rilastil, mettendola su seno, addome e cosce appena saputo di essere incinta; anzi, era Leonardo a mettermela tutte le sere, perché abbiamo iniziato fin da subito a condividere ogni novità della gravidanza. Non so se sia stato merito della Rilastil o della costituzione della mia pelle, fatto sta che sul mio corpo non c’è traccia di smagliature. Anche se probabilmente, in futuro, sceglierò qualcosa di più naturale (ed economico) come olio di mandorle dolci.

 Crema/olio per il massaggio del perineo

Io ho acquistato il Weleda per massaggiare quotidianamente, nelle ultime settimane prima del parto, il perineo. Molti siti propongono degli esercizi ad hoc, ma l’ostetrica ci ha spiegato che potrebbero essere controproducenti se non si è seguiti da un esperto: non avendo infatti l’automatismo dei muscoli, rischieremmo di lavorare all’opposto. Il massaggio invece può essere praticato facilmente e anche in questo caso è stato Leonardo a occuparsene; non so dire quanto abbia influito, ma ho avuto una lacerazione di I livello che si è ricostituita bene e in fretta: un risultato positivo dal momento che è difficile superare il primo parto con i genitali totalmente integri.

 Pantaloni per la gravidanza

Con tre paia di pantaloni premaman sono riuscita a farmi tutta la gravidanza vestendomi senza rinunciare al mio stile (tant’è che una collega a un certo punto mi chiese “ma quand’è che inizi a vestirti premaman?”). Avendo fortunatamente messo su solo pancia, ho mantenuto la solita taglia e devo dire che, a differenza di quanto si possa pensare, i pantaloni premaman vestono davvero bene: sono a vita bassa e hanno una comoda fascia che copre e sorregge la pancia. Per il resto, non ho dovuto acquistare niente, perché – a parte due maglie che mi sono state regalate – ho utilizzato i miei soliti abiti (leggings, maglioni, vestitini,…) senza preoccuparmi che mettessero in evidenza il pancione, purché ovviamente non lo schiacciassero.

 Reggiseno per la gravidanza

Non è strettamente necessario, ma ho voluto prenderne uno, un po’ per sfizio (faceva parte del coordinato acquistato per la degenza in ospedale) e un po’ perché effettivamente il seno cambia durante la gravidanza, nelle dimensioni (ho guadagnato una taglia) e nella forma (i reggiseni per la gravidanza sostengono di più lateralmente).

 Guaina/fascia

Non ho mai valutato di indossare un sostegno per la pancia perché non ho sofferto di mal di schiena. Ho sentito molte persone dire “se avessi indossato la panciera (o simili) e avessi messo la crema non mi sarei rovinata la pancia” ma, per le informazioni raccolte, questi supporti andrebbero acquistati e indossati non di default, ma solo in caso di necessità, con consultazione medica e per periodi di tempo limitati. Non ho avuto bisogno di guaina, fascia o panciera nemmeno per il post parto perché viene ormai utilizzata soltanto in caso di cesareo.

[continua]


Una risposta a "Bebè in arrivo: la mia lista delle cose utili (e sono molte meno di quelle che i negozi vogliono farci credere!)"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.